IL” MALE OSCURO” NELL’ADOLESCENZA :  SINTOMI, CAUSE E TRATTAMENTO


Dott.ssa Romina Galmacci

(Psicologa clinica-Specialista in Addictive Behaviours e Patologie Correlate)

Negli ultimi anni la societa’ è divenuta piu’ sensibile al tema della depressione e di conseguenza si è iniziato a osservare l’incidenza della malattia anche nella fascia adolescenziale.  In relazione a questa, l ‘Organizzazione Mondiale della Sanita’ (OMS) segnala che i  casi di depressione giovanile sono aumentati in maniera esponenziale, tanto che essa oggi  rappresenta la  la causa predominante di malattia e disabilità tra i ragazzi e le ragazze di età compresa tra i  0 ed i 19 anni”.

Generalmente gli adolescenti depressi  non comunicano verbalmente il loro malessere, ma lo manifestano con cambiamenti vistosi del loro comportamento,  del tono dell’umore, delle abitudini alimentari, del sonno e delle attivita’ sociali e  a differenza degli adulti, che  possono superare momenti di depressione anche senza il sostengo di terzi, hanno assolutamente bisogno del sostegno di  genitori, insegnanti, o altri operatori sanitari.

Cosa distingue la depressione nell’adolescente da quella dell’adulto?

La depressione adolescenziale ha caratteristiche simili a quella degli adulti ma con alcune differenze che derivano dalla contraddittorietà  tipica di questa eta’  critica: da un lato si manifesta con chiusura e isolamento; dall'altro con aggressività e ribellione Inoltre l’ adolescente con depressione  tende a manifestare la malattia in modo diverso rispetto ad una persona adulta, perche’ non conosce quali sono i sintomi della malattia e pertanto non  riuscendo a comprendere cosa gli sta accadento,  ha difficolta’ a esprimere i propri sentimenti e stati d’animo.  In considerazione di questo, il ruolo dei genitori  dovrebbe consistere nel dialogare con i propri figli per rassicurarli, aiutandoli ad a individuare e poi fronteggiare i sintomi della depressione stessa, stabilendo ad esempio un programma per i pasti, il riposo  e l’attivita’ fisica, che è preziosa perche’ rilascia  sostanze chimiche che possono migliorare sia  il che la qualita’ del sonno.

Quali sono i segnali della depressione nell’adolescenza?

I sintomi della depressione  giovanile includono:

  • un aumento o una diminuzione del sonno, dell’appetito e del peso;
  • senso di angoscia opprimente, inutilita’, colpa e crisi di pianto senza motivo apparente;
  • disperazione, inutilità, tristezza; vergogna, rassegnazione;
  • sentimenti di autosvalutazione e bruttezza;
  • ritiro e isolamento sociale con perdita di interesse e piacere per le attivita’ normali;
  • problemi di concentrazione e di memoria,
  • cambiamenti nelle abitudini alimentari;
  • comportamenti a rischio, come uso di droghe, iper-sessualità precoce, dipendenze varie, ossessione verso il peso;
  • pensieri o azioni suicide;
  • altri sintomi non riconducibili a farmaci.,. come ad esempio affaticamento .
  • irritabilità, frustrazione o sentimenti di rabbia, anche su piccole cose;

Quali sono le cause della depressione adolescenziale?

Come nella depressione dell’adulto, le e cause specifiche della depressione nei soggetti adolescenti, vanno  rintracciate caso per caso, in una interazione complessa di fattori sociali, psicologici e biologici. Si possono distinguere:.

a) Fattori ereditari: che consistono nella predisposizione genetica alla malattia e  spiegano come mai il “mal di vivere” spesso si manifesta nei membri della stessa famiglia ;

b) Fattori stressogeni: . nei soggetti adolescenti piu’ vulnerabili alle alterazioni ormonali del cortisolo ( ormone dello stress ) un livello di stess prolungato, eccessivo o cronico puo’ causare sintomi depressivi. Fattori scatenanti stress possono essere l’instabilita’ dei genitori, il distacco emotivo di un padre o una madre depresso/a;  essere vittima di bullismo, un trauma, come abusi sessuali o fisici,  aspettative troppo elevate dei genitori.

Quali sono le ripercussioni piu’ comuni della malattia nella vita dell’adolescente?

La conseguenza generale della depressione adolescenziale sara’ quello di rendere ancora più difficile fronteggiare una fase gia’ critica che segna il passaggio all’eta’ adulta, a causa dei cambiamenti e pressioni proprie della  puberta’,   delle domande esistenziali, degli inevitabili sbalzi di umore fisiologici nell’ adolescente normale, che vanno ben distinti dalla depressione con l’osservazione degli effetti puo’ avere la malattia..

Le ripercussioni della depressione consistono in  fughe da casa, che vanno lette come un grido di aiuto, un abbassamento :della concentrazione e dell’energia, causando problemi scolastici come la tendenza alle assenze e un calo dei voti,  scarsa autostima- che puo’ portare a   un abuso di droghe o alcool, a divenire violenti o al contrario a compiere gesti di autolesionismo o a divenire vittime  di bullismo  ,

Cosa fare?

In quei casi in cui i genitori valutino che  il loro figlio non manifesta solamente tristezza o gli sbalzi di umore tipici dell’eta’,  ma è invece depresso,   è fondamentale si muovano tempestivamente per  cercare  un supporto professionale e poi seguirlo per accertarsi la sua presenza alle sedute. .

Va specificato  che, grazie all’eta’ evolutiva dell'adolescente, il percorso necessario per trattare la malattia nei ragazzi/e rispetto al percorso necessario per trattare la depressione  dei pazienti adulti, quello per gli adolescenti, è in genere piu’ breve e facile, in virtù.

Torna indietro

Joomlart
Questo sito utilizza i cookie. Usiamo i cookie per darvi il massimo della esperienza e della usabilità nel nostro sito. La prosecuzione nella navigazione comporta la accettazione dei cookie.

Ulteriori informazioni